Il processo di creazione bambole BJD - Alessandra Nicolin Doll Maker BJD

Il processo di creazione

Vediamo insieme come nasce una Bambola BJD

Come nasce una BJD Doll

Il processo è molto lungo e complicato.

Quando mi chiedono quanto tempo ci impiego a fare una bambola non so rispondere… il mio mantra dovrebbe essere “per fare una bjd doll ci vuole il tempo che ci vuole”.

Ho impiegato un anno nello studio del prototipo e tre mesi per la creazione degli stampi in gesso di ogni singola parte del corpo.
La bambola è alta 36 cm ed è composta da 23 pezzi cavi all’interno dove faccio passare l’elastico e/o le molle che le consentono di assumere le varie posizioni. 

Per le mie bambole ho voluto un corpo normale, dalle forme callipigiane e dalle proporzioni classiche.

La cottura

Creare una bambola BJD in porcellana necessita di almeno due cotture: una a 800°C e l’altra a 1240°C. Per quella finale dipende dal tipo di porcellana.

La porcellana liquida viene versata nello stampo in gesso e si lascia in posa per un certo tempo che può variare a seconda dello spessore che vogliamo dare al pezzo. Durante la posa il gesso inizia ad assorbire l’acqua e la porcellana inizia così ad asciugare. 

Finito il tempo di posa si svuota lo stampo facendo fuoriuscire la porcellana che non si è asciugata. Quando i pezzi sono asciutti o parzialmente umidi, inizio a togliere le “bave”, a coprire le eventuali crepe e a sistemare le imperfezioni. 

 
Play Video

L'assemblaggio

Aggiungo particolari, creo i fori dove passeranno i perni e definisco perfettamente ogni dettaglio. I pezzi però sono molto fragili e si rompono facilmente se si fa troppa pressione con le dita, proprio per questo a volte preferisco fare una prima cottura di 800 gradi per avere un pezzo semicotto quindi più resistente alla pressione della mano. 

Quando i pezzi sono pronti, li cuocio a 1240 gradi centigradi. Il forno impiega circa 10 ore per raggiungere la temperatura e lo stesso tempo per il raffreddamento. 

Dopo la cottura ogni pezzo viene levigato con carta abrasiva di varie grane per rendere la porcellana molto liscia e piacevole al tatto. Successivamente inizio a dipingere i pezzi con pigmenti specifici per la porcellana. 

Ogni “strato” di colore deve essere fissato con la cottura ad una temperatura di 700 gradi. Per avere un bel risultato sono necessari anche 5 o 6 strati con relative cotture.

Il colore e l'unione dei pezzi

Questo colore rimarrà eterno e invariato per sempre: la luce o l’ambiente non ne cambieranno la tonalità nel tempo. 

Adoro pensare che le mie bambole possano restare belle per sempre e magari che diventino un dono prezioso da tramandare di generazione in generazione come un tesoro prezioso. Se penso che esistono bambole antiche in porcellana che hanno più di cento anni e sono ancora belle, mi rendo conto che questo mio sogno sia realizzabile!

Sono ovviamente delicate, ma allo stesso tempo anche forti e resistenti. Inoltre è possibile pulirle senza temere di rovinarne il colore. Il loro punto debole sono le dita delle mani ma grazie al video che ho creato possono essere sostituite direttamente dai collezionisti in poche e semplici mosse.

 
Play Video

Come sostituire facilmente mani e piedi

“Adoro pensare che le mie bambole possano restare belle per sempre e magari che diventino un dono prezioso da tramandare di generazione in generazione come un tesoro prezioso. ”

- Alessandra Nicolin